Pubblicato da: SAR | 18 aprile 2012

Soft cartoons

Mentre in Slovacchia i bambini stavano a guardare cartoni animati “soft” come l’Ape Maia:

 
in Italia ci siamo abituati a cartoni animati come questo:

 
dove la guerra atomica ha quasi distrutto l’umanità, la gente era diventata deforme a causa delle radiazioni e alcuni guerrieri potevano far esplodere le persone con la pressione di un dito.. 😐

In Italia (mi riferisco alla mia infanzia) diversi cartoni animati erano violenti, altri ovviamente no.. per esempio c’erano cartoni animati legati allo sport (golf, pallavolo, box, basket, calcio, …), alla Rivoluzione francese, alla letteratura, alla storia, alla scienza, avventurosi, fantasiosi, romantici e perversi…
Un elenco credo completo dei cartoni trasmessi in italia, con trame e sigle, si trova qui.

In Slovacchia, da quel che ho visto in tv (digitale terrestre, non so nelle tv a pagamento), solo “Včielka Maja”, qualche altro cartone e un sacco di favole.. Forse il motivo sta nell’attenzione che la società Slovacca (non solo durante il comunismo ma tuttora) pone in quel che i piccoli possono vedere in tv e nel loro contributo educativo. Pensate che hanno trasmesso i Pokemon (mi pare fossero loro) ma in tv compariva l’icona per cui non se ne consigliava la visione ai più piccoli (credo meno di 12 o 15 anni e credo per le scene di combattimento e i troppi effetti luce!) e non mi pare abbiano avuto molto successo..

PS: a proposito di favole! 😀 Un giorno scriveremo un articolo sulle benedette (o maledette) “Rozpravky”, favole appunto..
Ce ne sono a centinaia, in tv, alla radio, lette ed ascoltate non solo dai piccoli ma anche dagli adulti! 😮

Annunci

Responses

  1. Riguardo ai Rozpravky c’è tanto da dire, ma lasciamo ai posteri… invece riguardo ai cartoni ho notato che c’è veramente una specie di “blocco psicologico”. Credo sinceramente che gli slovacchi li reputino semplicemente inutili (quindi, o ha una funzione educativa – favola – oppure non serve a nulla).

    O forse la questione è molto più semplice: il mercato è troppo piccolo e non c’è spazio per le traduzioni. Se penso che decine di case editrici di anime e manga in Italia devono interrompere le produzioni per colpa del piccolo mercato, credo che tradurre qualcosa in ceco/slovacco sia un rischio troppo grande da correre per una impresa.

    L’unico negozio di fumetti che ho visto in SK è all’Optima di Kosice…o meglio, uno scaffale in un negozio di videogames.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: