Pubblicato da: SAX | 9 aprile 2012

Pasqua: tra frustate, gavettoni e uova.

Piccoli dettagli: la Pasqua slovacca innanzitutto non si chiama Pasqua, ma “grande notte”, e mischia non proprio in proporzione riti religiosi a tradizioni locali.

Ecco, la Grande Notte (Velká Noc) slovacca ha inizio col giovedì verde (Zelený Štvrtok), il cui nome pare derivi dall’usanza di “consumare molti cibi con verdure verdi, credendo cosi di conservarsi forti ed in buona salute”, continua con il grande venerdì “Velký Piatok”, giorno dedicato alla caccia alle streghe a suon d’aglio (n.d.sax caccia che evidentemente continuano ogni giorno dell’anno, poi) arrivando al sabato bianco (Bielá Sobota) il cui fuoco purificatore e grasso di maiale aiuterebbero a guarire ferite ed a preservarsi da malattie ed affini.

La domenica la resurrezione di Cristo è festeggiata portando il cibo a far benedire a messa (la Slovacchia, stranamente, è un paese prevalentemente cristiano cattolico), cibo che verrà poi consumato in famiglia.

Ma lo sappiamo: gli slovacchi che a Natale stavano un giorno indietro, in occasione della Pasqua sfruttano il credito guadagnato spostando il vero fulcro della festa al lunedì: il famoso lunedì di Pasqua slovacco (Veľkonočný pondelok), il giorno in cui si prende un popò di Pasqua, la si mischia con un pizzico di Ferragosto e una buona dose di serata in un night club S&M di Amsterdam per educare figli e figlie sui reali ruoli di uomo e donna nella società slovacca *.

La tradizione vuole che l’uomo frusti la donna con un frustino fatto di rami di salice intrecciati (chiamato Korbač)

Il mio korbač

e prosegua poi facendole un gavettone di intensità variabile dallo spruzzino con le mani alla secchiata violenta purificatrice.

Bagna bagna, che in Slovacchia l'8 Aprile fa caldo (ben 4 gradi...)

A questo punto la donna tutta felice ringrazierà donandogli uova e affini.

Un po’ difficile da capire per noi Italiani, ma sempre divertente (per i dettagli seriosi leggete gli articoli linkati).
Loro invece, sopratutto i giovani, ci sguazzano letteralmente…


* Ho già scritto sulla parità fra uomini e donne in Slovacchia
, quindi è ovviamente ironico.

Annunci

Responses

  1. hai dimenticato una cosa peró che martedí si prosegue e vanno alľattacco le femmine e bagnano i maschi…e non solo ricevono i maschi le uova fatte in casa (chiamate KRASLICE tutte colorate da non mangiare :D!) , ma anche qualche soldino in tasca…molti miei amici maschi passando da casa a casa fanno pure un buon bottino…per ritornare a casa con qualche soldo e pure un po ubriacati….beh come tradizione non é male….peró come buona Donna io la porta non ľ apro a nessuno… 🙂 Ciao e buone feste…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: