Pubblicato da: SAR | 31 marzo 2012

G. Kočimelová

Premessa: in slovacco i sostantivi vengono declinati in relazione al ruolo che svolgono nella frase (il giardino è bello, compro un giardino, vado in giardino: in italiano la parola “giardino” è uguale nelle tre frasi, in slovacco la parola cambia perchè è, rispettivamente, soggetto, oggetto, moto a luogo).

Quando una donna si sposa assume automaticamente il cognome del marito, aggiungendo la desinenza finale -ová.
E’ come se le mogli dei signori Monti, Alfano, Prodi si chiamassero Mont(u)osa, Alfanosa, Prodosa (o Montina, Alfanina, Prodina).
A loro volta i Nomi e i Cognomi (anche maschili) si declinano come detto nella premessa.
Sono talmente abituati a far così che aggiungono la desinenza -ová anche ai nomi stranieri – e poi li declinano – il che talvolta può creare confusione a chi non è di madrelingua slovacca 🙂 :

Serena Williams diventa Serena Williamsová
Carolina Kostner diventa Carolina Kostnerová
Jodie Foster diventa Jodie Fosterová
Julia Roberts diventa Julia Robertsová

e così via… se poi nella frase vengono usati come oggetto o altri complementi, allora cambiano ancora perchè si declinano.

[ Tra l’altro anche al plurale il Cognome cambia: come se, per dire “i coniugi Montalto”, dovessimo usare “i Montaltosi” o “i Montalti”. ]

Questa abitudine è comune nel mondo slavo, quindi anche i Russi fan così. Se ci pensate, credo non esistano attrici o atlete russe (o slave in genere, quindi anche serbe, slovene, ceche, slovacche, polacche, ..) il cui cognome non termini in -ová o simile. E questa roba mi sa che ha un certo effetto sugli italiani.. 🙂

Ah, un’altra cosa. “Galina” è usato come nome proprio di persona (femminile umano).
Devo scoprire se esiste la mitica “Galina Kočimelová” 🙂

Annunci

Responses

  1. FRa l’altro io continuo a sostenere che il -ova che mettono in fondo ai cognomi femminili derivi dal caso genitivo plurale dei maschili animati, -ová, “femminilizzato”.
    In pratica, starebbe a intendere che quella tal donna è diventata della tal famiglia.
    Poi possiamo disquisire sul fatto che -ová , avendo quell’accento in fondo, sia sicuramente aggettivo, ma sempre lì torniamo: è come chi dice che “carta d’identità” si dice “identity’s card” in inglese, non rendendosi conto che sì probabilmente in parte deriva dal genitivo, ma ha valore di aggettivo a tutti gli effetti.

    Non ho avuto conferme dalla mia insegnate slovacca ad ogni modo. Ma si sà, chi cresce con una lingua non si pone domande di questo genere…

  2. già, secondo me sicuramente è inteso come “fa parte della famigghia” 😀
    Non dimentichiamo poi che nel matrimonio slovacco si dice ancora “prendo te come sposa” invece di “accolgo te come sposa” 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: